Gli Editoriali

L’Italia sta erodendo il proprio futuro dalle basi, a causa degli squilibri demografici prodotti dalla persistente bassa natalità. Ma la bassa propensione ad avere figli è essa stessa il sintomo dell’offuscamento del nostro sguardo positivo verso il futuro. Da un lato, con sempre meno giovani, il...

Domenica andrò a votare alle Primarie del Pd, questa volta, da semplice elettore di centrosinistra.

Non so se il 18 febbraio rappresenterà uno spartiacque.

In questi giorni la politica fiorentina sembra volersi contendere la candidatura di autorevoli personalità rappresentative del mondo cattolico, soprattutto di quell’associazionismo fortemente impegnato sul piano sociale.

E' sparito dai radar del Governo e del Parlamento il DPCM sul dibattito pubblico prima di una grande opera (DPCM 10 maggio 2018, n. 76, su impulso del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti pro tempore Graziano Delrio).

“La democrazia non è per forza liberale", dichiara Zoltan Kovacs, ideologo del premier neoconservatore e reazionario Victor Orbán, che progetta una “democrazia cristiana illiberale in Europa” per il prossimo futuro, impostando alleanze non solo nel blocco dei paesi del “gruppo di Visegrad, ma anc...

No, non possiamo tacere. Dobbiamo far sentire anche la nostra voce e risvegliare tante coscienze. Memori di quanto diceva don Tonino Bello: «Delle nostre parole dobbiamo rendere conto davanti al tribunale della storia, ma dei nostri silenzi dobbiamo rendere conto davanti al tribunale di Dio». Con...

Ha senso oggi riaprire in Italia la questione del fascismo? Per alcuni la domanda non ha alcun senso, dal momento che anche le forze politiche che a esso si sono per molto tempo richiamate lo giudicano una vicenda irripetibile. Per altri invece ha un senso, non perché si possano riprodurre nuovam...

Che si voglia o no il sistema politico italiano tornare ad essere bipolare.  Il sistema tripolare altro non è che uno stato instabile di un sistema politico destinato ad evolvere verso un sistema bipolare.

I lettori del nostro sito già conoscono Antonio Floridia, perché è stata descritta la sua opera di studioso della democrazia deliberativa à la J.

Pagine