Giustizia e situazione carceraria (Rapporto 2015)

Giustizia e situazione carceraria

III° Rapporto (2015-2016)
 

“Ero carcerato e siete venuti a trovarmi"

(Mt 25,36)

 

In occasione delle prossime festività, nei giorni da Natale a Capodanno, dopo la positiva esperienza degli scorsi anni, alcuni parlamentari visiteranno gli istituti di pena di varie province italiane.

L’iniziativa promossa da “Argomenti 2000”, Associazione di amicizia politica, intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e degli stessi parlamentari sulla situazione carceraria, che può essere considerata tra le emergenze del Paese. Recarsi in visita in un carcere significa compiere un gesto di concreta vicinanza verso quella parte della popolazione, fatta di uomini e donne che, pur scontando una pena, rimangono a pieno titolo cittadini, conservano la dignità della condizione umana e chiedono di essere aiutati ad un reinserimento nella società così come è giusto e come previsto dalla Costituzione.

Nel presentare alcuni dati aggiornati sulla situazione del sistema carcerario, vorremmo evidenziare accanto ad alcuni risultati raggiunti, i punti di criticità che permangono, alcune considerazioni sulla linea che occorrerebbe seguire intervenendo in maniera organica sulla materia.

Come è noto, in tempi recenti, dopo la sentenza della Corte europea, il Parlamento è intervenuto a più riprese sulla situazione carceraria e in particolare per risolvere il problema del sovraffollamento; non possiamo dire che il problema sia stato risolto. Molto resta da fare, a fronte di una condizione di vera emergenza e alla necessità di un ripensamento profondo del sistema penale e detentivo.

 

Un ripensamento complessivo della funzione sanzionatoria e  del sistema penale

Papa Francesco parlando nell’ottobre 2014 ad una delegazione dell’associazione internazionale di diritto penale, notava come si sia “affievolita la concezione del diritto penale come ultima ratio, come ultimo ricorso alla sanzione, limitato ai fatti più gravi contro gli interessi individuali e collettivi più degni di protezione. Si è anche affievolito il dibattito sulla sostituzione del carcere con altre sanzioni penali alternative”.

In quella stessa occasione papa Francesco stigmatizzava la convinzione diffusasi negli ultimi decenni che “attraverso la pena pubblica si possano risolvere i più disparati problemi sociali, come se per le più diverse malattie ci venisse raccomandata la medesima medicina. Non si tratta di fiducia in qualche funzione sociale tradizionalmente attribuita alla pena pubblica, quanto piuttosto della credenza che mediante tale pena si possano ottenere quei benefici che richiederebbero l’implementazione di un altro tipo di politica sociale, economica e di inclusione sociale”.

   Anche nel recente messaggio per la Giornata della Pace 2016, il papa ha ribadito che per quanto concerne i detenuti, in molti casi appare urgente adottare misure concrete per migliorare le loro condizioni di vita nelle carceri, accordando un’attenzione speciale a coloro che sono privati della libertà in attesa di giudizio, avendo a mente la finalità rieducativa della sanzione penale e valutando la possibilità di inserire nelle legislazioni nazionali pene alternative alla detenzione carceraria”. Quest’ultimo è un punto che  vogliamo fare oggetto di particolare attenzione presentando, nelle prossime settimane, alcune proposte di legge.

È sempre più evidente come sia necessario porre mano ad una riforma profonda che investa il significato stesso del sistema penale e della funzione sanzionatoria, mettendo in primo piano, accanto alla giusta domanda di sicurezza che viene dalla società, la dignità umana di coloro che commettono reati e, di conseguenza, la possibilità di far crescere forme diverse, alternative alla detenzione carceraria, a fronte della possibilità di una più efficace rieducazione in vista del futuro reinserimento, di un minore onere per l’amministrazione statale e, infine, un più basso tasso di recidiva.

In definitiva ci troviamo accanto alla necessità di affrontare le emergenze, di fronte all’evidenza di ripensare i temi della pena, delle condizioni del sistema detentivo e della sua possibile evoluzione, delle effettive condizioni che rendono possibile una dimensione educativa e di recupero, delle possibilità di lavoro all’interno e all’esterno delle strutture carcerarie.

 

Il sovraffollamento carcerario e i provvedimenti attuati

Il sovraffollamento carcerario nel nostro Paese non è solo un problema morale e sociale ma è, nella sua sostanza, anche strettamente interconnesso alla tematica della legalità; è, infatti, una contraddizione far vivere chi non ha recepito il senso di legalità in una situazione di evidente non corrispondenza tra quanto normativamente definito e quanto attuato e vissuto, spesso, in condizione di palese violazione dei diritti umani.

 

A seguito della sentenza della Corte europea e dei provvedimenti intervenuti nel nostro ordinamento, il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa ha esaminato, nella riunione del giugno 2015, i progressi fatti dallo Stato Italiano.

All'esito di tale riunione, quest'anno, il segretario generale del Consiglio d'Europa ha lodato le misure messe in campo dall'Italia per fronteggiare il problema del sovraffollamento affermando che «Sulle risposte da dare per risolvere la questione del sovraffollamento carcerario l'Italia è diventato un esempio di buone pratiche per diversi altri Stati membri [...] Apprezziamo molto tutti gli sforzi messi in campo dall'Italia per quanto riguarda la questione del sovraffollamento carcerario. [...] Il ministro mi ha informato delle interessanti iniziative messe in campo, che potrebbero diventare anche queste, esempi di buone pratiche per altri Paesi». Parole che suonano di incoraggiamento anche se non va sottovalutata la situazione.

 

Alla data del 31 ottobre 2015 erano presenti nelle carceri italiane 52.434 detenuti, a fronte di una capienza regolamentare di 49.640. Ci sono dunque 2.794 detenuti in eccedenza rispetto ai posti previsti (+5,6%).

 

Si tratta di numeri che, pur segnalando ancora un sovraffollamento, evidenziano comunque il netto passo in avanti compiuto dal nostro Paese verso un sistema carcerario più dignitoso.

Il problema dell'eccessivo numero di detenuti rispetto alla dimensione delle carceri nazionali si è trascinato infatti nel nostro Paese per molti anni, fino alla crisi del 2013 e alle conseguenti condanne della Corte europea dei diritti.

Basti pensare che nel giugno 2006, alla vigilia della legge che avrebbe poi concesso l'indulto, erano presenti in carcere 61.264 detenuti (seppure con una capienza regolamentare di 43.219), con una percentuale di sovraffollamento del 42%.

All'indomani dell'indulto del 2006 la popolazione carceraria era scesa a 39.005 detenuti (31 dicembre 2006). Negli anni seguenti, tuttavia, si è registrato un rapido ritorno alla situazione pre-indulto: le presenze al 31/12/2007 erano già 48.693; a fine 2008 58.127, a fine 2009 64.791, a fine 2010 67.961. Se si pensa che a tale data la capienza regolamentare dichiarata era di 45.022 posti si ha la misura della gravità della situazione di sovraffollamento nelle nostre carceri.

All'avvio della XVII legislatura, nel marzo 2013, erano presenti nelle carceri italiane 65.831 detenuti, a fronte di una capienza regolamentare di 47.045. Vi erano dunque 18.786 detenuti in eccedenza rispetto ai posti previsti (+ 28%). Rispetto al totale dei reclusi, i detenuti in custodia cautelare erano oltre il 37%, ovvero 24.824.

Poche settimane prima, l'8 gennaio 2013, il tema del sovraffollamento delle carceri italiane era stato affrontato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, con la pronuncia Torreggiani e altri contro l'Italia, con la quale la Corte aveva condannato l'Italia e le aveva intimato di risolvere, entro il 24 maggio 2014, il problema del malfunzionamento cronico del sistema penitenziario.

Tutta la prima parte della legislatura è stata dunque segnata dagli sforzi delle Istituzioni italiane (dal Governo al Parlamento, passando per un importante messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica, DOC. I, n. 1) per ridurre la tensione carceraria e ottemperare alle indicazioni del Consiglio d'Europa.

Oggi, mentre la capienza degli istituti è migliorata (49.640 posti al 31 ottobre 2015) a seguito, soprattutto, di interventi di ristrutturazione di padiglioni esistenti, grazie a numerosi interventi legislativi i 52.434 detenuti presenti evidenziano una netta tendenza alla diminuzione. Il grafico evidenzia come nel corso dell'attuale legislatura (dal marzo 2013) la forbice capienza regolamentare/detenuti presenti si sia costantemente e progressivamente ridotta per effetto degli interventi di Governo e Parlamento.

 

 

Fonte: Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato statistica ed automazione di supporto dipartimentale - Sezione Statistica.

 

 

Elaborazione Servizio studi di dati del Dipartimento dell'amministrazione

penitenziaria - Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo

automatizzato statistica ed automazione di supporto dipartimentale - Sezione Statistica.

 

 

 

 

D’altra parte, i risultati ottenuti non risolvono in radice una situazione grave, come è rilevabile da alcuni punti di criticità. La condizione di sovraffollamento estremo è di per sé un vulnus ai diritti dei detenuti, poiché, come ha affermato la Corte europea, l’avere a disposizione uno spazio eccessivamente ridotto costituisce trattamento disumano e degradante a prescindere da altri fattori: condizioni igieniche, luce, acqua, accesso a servizi sanitari, ecc. Nel caso italiano, peraltro, non era infrequente che, alla ridotta disponibilità di spazio si affiancassero deficienze ulteriori, legate alle precarie condizioni di alcune delle nostre carceri.

Nell’ultimo decennio, l’aumento della popolazione carceraria italiana e il conseguente sovraffollamento degli istituti di pena ha contribuito ad un notevole deterioramento delle qualità della vita dei detenuti, già provati per le condizioni di limitata libertà. In una cella, dove sarebbe previsto il soggiorno di soli due detenuti, ve ne alloggiano normalmente sei e, nel peggiore dei casi, otto. Questa condizione ha favorito, oltre evidenti disagi per i detenuti e per lo stesso personale, il proliferare di malattie, una vera e propria emergenza sanitaria anche per tutti coloro che vivono e lavorano in carcere. Infatti, secondo la “Simpse”, la Società italiana di medicina penitenziaria, i tossicodipendenti sono il 32 per cento, a questi va aggiunto che il 27 per cento dei detenuti ha un problema psichiatrico, il 17 per cento ha malattie osteoarticolari, il 16 per cento cardiovascolari e circa il 10 per cento problemi metabolici e dermatologici. Tra le malattie infettive, è l'Epatite C la più frequente (32,8 per cento), seguita da Tbc (21,8 per cento), Epatite B (5,3 per cento), Hiv (3,8 per cento) e sifilide (2,3 per cento). L’invivibilità del carcere acutizza o provoca anche patologie psicofisiche, insonnia, depressione e anoressia.

Va inoltre notato come in Italia, alla base dell’attuale condizione carceraria, vi siano anche fattori di distorsione a livello legislativo e giudiziario (troppi reati, troppe pene detentive e insufficienti meccanismi sanzionatori alternativi, troppe cautele) che richiedono correttivi, a diversi livelli e in diversi settori dell’ordinamento. Non può essere sufficiente il solo ampliamento della capienza carceraria di 11.500 posti (come previsto nel piano carceri approvato), posto che gli interventi di edilizia penitenziaria richiedono comunque tempi attuativi che vanno al di là dei limiti temporali imposti dalle esigenze umanitarie dei detenuti e comunque fissati dalla Corte europea dei diritti dell’uomo.

È da apprezzare che il Parlamento abbia adottato una serie di misure legislative volte a ridurre il numero dei reclusi in carcere, attraverso interventi tanto di diritto penale quanto di diritto processuale penale e relativi all’ordinamento penitenziario, così come l’aver approvato una legge in tema di pene detentive non carcerarie, depenalizzazione e messa alla prova.

 

I suicidi in carcere

Non possono essere ignorate le statistiche che ci dicono di un aspetto drammatico che va considerato all’interno della criticità complessiva della situazione carceraria. Di seguito si riportano, in serie storica, dal 1992 al dicembre 2014, i dati sui decessi in carcere.

 

 

(*) media aritmetica dei detenuti presenti a fine mese

(**) il flusso degli entrati dalla libertà può includere più volte lo stesso individuo

Fonte: Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato - sezione statistica

Nella definizione di Eventi Critici rientrano diverse categorie di fenomeni con un denominatore comune: "mettere a rischio la propria o altrui incolumità e più in generale la sicurezza all'interno degli istituti penitenziari". La rilevazione dei dati sugli Eventi Critici nasce nella prima metà degli anni 90, progettata come indagine statistica di dati aggregati presso gli istituti penitenziari per monitorare le situazioni a rischio. A partire dall'anno 2011 l'indagine è stata sostituita dall' elaborazione dei dati presenti nel sistema informativo Eventi Critici, in uso presso l'Ufficio per l'Attività Ispettiva e del Controllo - Sala Situazioni

 

 

 

 

 

Alcuni dei principali interventi approvati dal Parlamento  

Consideriamo ora alcuni aspetti positivi che intendono affrontare le criticità. Nell’intervenire il Parlamento ha seguito alcune linee di orientamento. Queste possono essere indicate nella deflazione carceraria e ripristino di condizioni detentive adeguate alla dignità delle persone ospitate; nella efficienza della giustizia penale e civile tramite meccanismi di snellimento, semplificazione; nella protezione adeguata ai diritti delle persone, specie di quelle più vulnerabili (minori, donne, detenuti, ecc.) tramite misure di carattere civile, penale e amministrativo.

Il decreto legge n.78/2013 (convertito con legge n.94/2013), ha “smontato” gli automatismi introdotti in campo penitenziario dalla legge ex Cirielli.

Il decreto legge n. 92/2014 ha modificato l'art. 275 del codice di procedura penale, sui criteri  di  scelta  delle misure   cautelari,   in   modo  da   limitare  il   ricorso  alla custodia cautelare in carcere. In particolare, in base al nuovo comma 2-bis: è esteso anche agli arresti   domiciliari   il   divieto   di  disporre   la custodia cautelare in carcere nel caso in cui il giudice ritenga che con la sentenza possa essere concessa la sospensione condizionale della pena; è introdotto il divieto   di   applicazione   della   custodia   cautelare   in   carcere   se il giudice   ritiene   che,   all'esito   del   giudizio,   la   pena   detentiva   irrogata non sarà superiore  a  3  anni. Alcune modifiche legislative approvate nell'attuale legislatura hanno interessato le pene previste per i reati di produzione, traffico e detenzione illecita di stupefacenti: un'elevata percentuale della popolazione carceraria è infatti detenuta in relazione a quel tipo di reati.

Il decreto legge n. 78/2013, in particolare, è intervenuto sull'articolo  73 del TU stupefacenti (Dpr n. 309 del 1990), per consentire al condannato tossicodipendente o assuntore di sostanze   stupefacenti o psicotrope di essere   ammesso al lavoro   di pubblica utilità, anche in caso di commissione di reati diversi da quelli di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Il decreto legge n. 146/2013 ha poi trasformato in autonoma fattispecie  di   reato  la circostanza attenuante del delitto di detenzione e cessione illecita di stupefacenti (cd. attenuante di lieve entità , art. 73 del testo unico stupefacenti), determinando così l'effetto di riduzione della pena per le fattispecie di minore gravità (es. il piccolo spaccio) e la loro sottrazione alla comparazione delle circostanze da parte del giudice.

 

Le fattispecie penali contenute nel TU stupefacenti rivestono carattere essenziale nella politica di riduzione del sovraffollamento carcerario: le statistiche penitenziarie dimostrano infatti come i detenuti (condannati o in custodia cautelare) per violazione degli artt. 73 e 74 del TU rappresentino storicamente circa 1/3 del totale.

I dati più recenti confermano tale proporzione, nonostante la diminuzione in valore assoluto dei detenuti per violazione del TU: nel 2011 erano 27.459, alla fine del 2014 erano 18.946, a giugno 2015 erano 18.312.

 

 

Sulla materia è intervenuto poi il decreto legge n. 36 del 2014, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, che ha previsto: un abbassamento delle pene previste per il c.d. piccolo spaccio; il ripristino della disposizione (comma 5 -bis dell'art. 73) che consente al giudice, in caso di condanna per un fatto di lieve entità, di applicare al tossicodipendente, in luogo della pena detentiva, il lavoro di pubblica utilità.

 

Modifiche all’ordinamento penienziario

Il decreto legge 78/2013, come è noto, interviene in tema di misure sulla esecuzione della pena; in particolare,ha previsto la possibilità per   i detenuti e gli   internati di partecipare, a titolo volontario e gratuito, all'esecuzione di progetti di pubblica utilità; ha soppresso il divieto di concessione della detenzione domiciliare tra i 3 e i 4 anni di pena (anche residua) nei confronti dei condannati recidivi reiterati; ha, inoltre, eliminato le preclusioni di natura oggettiva all'accesso a misure alternative alla detenzione in caso di denuncia o condanna per evasione  e ha abrogato le disposizioni che limitavano la concessione ai recidivi reiterati della semilibertà.

Con il decreto legge 146/2013 (diritti dei  detenuti  e  sovraffollamento  carcerario)  sono  state introdotte ulteriori modifiche: in particolare è  stato abrogato il divieto di disporre per più di due volte l'affidamento terapeutico al servizio sociale; è stato portato da tre a quattro anni il limite di pena, anche residua, per l'applicazione dell'affidamento in prova al servizio sociale, con più ampi poteri del magistrato di sorveglianza per la sua applicazione; è stata stabilizzata – venendone meno il carattere transitorio – la disposizione che consente di scontare presso il domicilio la pena detentiva non superiore a 18 mesi, anche  se parte residua di maggior pena; è stato esteso l'ambito applicativo dell'espulsione come misura alternativa alla detenzione, prevista dal testo unico immigrazione.

Sul fronte dei diritti dei detenuti, ancora il decreto legge 78/2013, citato, ha favorito il reinserimento lavorativo degli ex detenuti, con l'ampliamento del periodo successivo allo stato di detenzione nel quale sono concessi gli sgravi contributivi (l'aumento è di 18 mesi per i detenuti che hanno usufruito di misure alternative o del lavoro esterno; di 24 mesi per quelli che non ne hanno beneficiato) e con la concessione alle imprese che assumono detenuti di un credito d'imposta (350 euro per ogni assunto).

 

Altre modifiche al codice di procedura penale, tutte dirette a ridurre il sovraffollamento carcerario, sono state apportate dal decreto-legge 78/2013, che ha, in particolare, innalzato

da 4 a 5 anni il limite della pena che consente l'applicazione della custodia cautelare in carcere (che può dunque essere disposta solo per reati per i quali è prevista una pena non

inferiore nel massimo a 5 anni, oltre che per i reati concernenti il finanziamento illecito dei

partiti, di cui all'articolo 7 della legge n. 195 del 1974).

 

Il decreto-legge 146/2013 è ulteriormente intervenuto con analoghi obiettivi, prescrivendo

al giudice di imporre l'uso del c.d. braccialetto elettronico tanto in sede di applicazione

della misura cautelare degli arresti domiciliari, quanto in sede di applicazione della misura

alternativa della detenzione domiciliare. Il giudice potrà derogare all'uso del braccialetto solo quando non ne ravveda la necessità.

Tale provvedimento ha inoltre introdotto l'istituto della liberazione anticipata speciale, che porta da 45 a 75 giorni per semestre - per il periodo dal 1° gennaio 2010 al 24 dicembre 2015 - la detrazione di pena già prevista per la liberazione anticipata ordinaria in favore del condannato che ha dato prova di partecipazione all'opera di rieducazione.

Da ultimo, il decreto-legge n. 92/2014 ha modificato l'art. 275 del codice di procedura penale, sui criteri di scelta delle misure cautelari, in modo da limitare il ricorso alla custodia cautelare in carcere. In particolare, in base al nuovo comma 2-bis: è esteso anche agli arresti domiciliari: il divieto di disporre la custodia cautelare in carcere nel caso in cui il giudice ritenga che con la sentenza possa essere concessa la sospensione condizionale della pena; è introdotto il divieto di applicazione della custodia cautelare in carcere se il giudice ritiene che, all'esito del giudizio, la pena detentiva irrogata non sarà superiore a 3 anni. Nel corso dell'esame parlamentare del decreto sono state introdotte deroghe a tale ultimo divieto. Si è previsto, infatti, che è possibile adottare la custodia in carcere nel caso di procedimenti in ordine a specifici delitti di particolare allarme sociale (si tratta, tra gli altri, dei reati di associazione mafiosa, terrorismo, sequestro di persona a scopo di estorsione, reati associativi finalizzati al traffico di droga o di tabacchi, riduzione in schiavitù, tratta di persone, omicidio, prostituzione minorile, pornografia minorile, turismo sessuale, violenza sessuale semplice e di gruppo, atti sessuali con minorenni, incendio boschivo, maltrattamenti in famiglia, stalking, furto in abitazione e furto con strappo). Allo stesso modo, si potrà adottare la custodia cautelare in carcere quando non possano essere disposti gli arresti domiciliari per mancata disponibilità di uno dei luoghi di esecuzione della misura (abitazione o altro luogo di privata dimora ovvero un luogo pubblico di cura e assistenza o una casafamiglia protetta). Tramite la salvaguardia dell'applicabilità dell'art. 276, comma 1-ter, c.p.p., è poi resa comunque possibile l'applicazione in via sostitutiva della custodia cautelare a seguito della revoca degli arresti domiciliari in caso di trasgressione delle prescrizioni connesse.

 

Il decreto legge 146/2013 (diritti dei detenuti e sovraffollamento carcerario) ha invece previsto maggiori garanzie per i soggetti reclusi nel procedimento di reclamo in via amministrativa e in quello giurisdizionale davanti alla magistratura di sorveglianza, presso la quale è previsto anche un giudizio per assicurare l'ottemperanza dell'amministrazione penitenziaria alle prescrizioni del giudice. Lo stesso decreto ha istituito, presso il Ministero della giustizia del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà  personale, una procedura semplificata nella trattazione di alcune materie di competenza della magistratura di sorveglianza.

 

Da ultimo, il decreto legge n. 92/2014 ha inserito nell'ordinamento penitenziario (legge n. 354 del 1975) l'articolo  35 - ter   attraverso   il   quale   si   attivano,   a   favore   di   detenuti   e internati, rimedi  risarcitori   per la violazione dell'art. 3 della Convenzione EDU, disposizione che, sotto la rubrica "proibizione della tortura", stabilisce che "nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti".

 

Misure alternative pre-sentenza

Accanto agli interventi ora richiamati, vanno considerati per la loro efficacia provvedimenti alternativi pre-sentenza, anche se sull’istituto della messa alla prova, strumento alternativo al processo penale, introdotto dal legislatore (con la legge 67/2014), non disponiamo ancora di sufficienti dati applicativi (al 30 settembre 2014 solo 18 applicazioni a fronte di 3.237 indagini per messa alla prova). Indubbiamente affinché la messa alla prova con affidamento ai servizi sociali funzioni è necessario disporre di convenzioni che rendano utile agli enti l’impiego di questa particolare forza lavoro. Nei limitati casi in cui l’istituto è stato sinora applicato, si sono infatti rilevate forti differenze territoriali: se in alcuni circondari di tribunale, penso soprattutto a Torino, l’istituto ha funzionato perfettamente, in gran parte del Paese l’assenza di convenzioni per il lavoro di pubblica utilità ha reso pressoché impossibile offrire all’indagato questa possibile alternativa al processo e alla condanna.

 

Altre considerazioni merita l’istituto degli arresti domiciliari. Con la finalità di ridurre la presenza nelle carceri, infatti, il parlamento in questa legislatura ha potenziato l’istituto, alternativo alla custodia cautelare in carcere, accompagnando la misura con particolari modalità di controllo, mezzi elettronici o altri strumenti tecnici. Si tratta, in particolare, del c.d. braccialetto elettronico, ovvero di uno strumento che consente alle autorità di localizzare il soggetto sottoposto a misura, per verificare che effettivamente non si allontani dal proprio domicilio. La misura, prevista dall’art. 275-bis del codice di procedura penale, presuppone il consenso dell’interessato e la disponibilità di un numero adeguato di dispositivi elettronici. La disposizione del codice prevede infatti che il giudice debba preliminarmente accertare la disponibilità dello strumento da parte della polizia giudiziaria. Laddove tali dispositivi fossero effettivamente disponibili in numero adeguato (e a costi ragionevoli), la misura degli arresti domiciliari potrebbe essere efficacemente utilizzata in sostituzione delle custodia cautelare in carcere.

 

 

Misure alternative alla detenzione

Altro campo di intervento dell’azione parlamentare riguarda la progettazione delle misure alternative alla detenzione alle quali, da ultimo con la recente legge n. 67 del 2014, è stato aggiunto l’istituto della sospensione del processo penale con messa alla prova.

 

La legge n. 67, approvata il 28 aprile 2014, tratta i seguenti temi:

1. delega al Governo per l'introduzione di pene detentive non carcerarie. Il provvedimento prevede che il Governo debba, entro gennaio 2015 (termine scaduto), riformare il sistema delle pene, eliminando l'attuale pena dell'arresto e introducendo nel codice penale, e nella normativa complementare, pene detentive non carcerarie(reclusione presso il domicilio e arresto presso il domicilio), di durata continuativa o per singoli giorni settimanali o fasce orarie, da scontare presso l'abitazione (art. 1).

2. delega al Governo per la disciplina della non punibilità per tenuità del fatto, da applicare a tutte le condotte punite con la sola pena pecuniaria (ammenda o multa) o con pene detentive non superiori nel massimo a 5 anni, nelle ipotesi di particolare tenuità dell'offesa e di non abitualità del comportamento. Il Governo ha attuato la delega con l'emanazione del decreto legislativo n. 28 del 2015.

 

3. delega al Governo ad operare una articolata depenalizzazione (entro novembre 2015),

trasformando in illeciti amministrativi numerose fattispecie di reato (art. 2).

 

4. disciplina, anche nel processo penale ordinario, della sospensione del procedimento

penale con messa alla prova dell'imputato. La legge ha inserito, tra le cause estintive del reato, questo particolare procedimento che consente - nei procedimenti per reati puniti con

pena pecuniaria, ovvero con reclusione fino a 4 anni, ovvero per uno dei reati in relazione a quali l'articolo 550, comma 2, c.p.p. prevede la citazione diretta a giudizio - all'imputato di chiedere la sospensione del processo con messa alla prova. La misura consiste in condotte riparatorie volte all'eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato, ove possibile in misure risarcitorie del danno, nell'affidamento dell'imputato al servizio sociale e

nella prestazione di lavoro di pubblica utilità (art. 3 e ss.).

 

 

Dati al 31 ottobre 2013

Indagine per messa alla prova

9.397

Messa alla prova

5.630

 

Fonte: Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Direzione generale dell'esecuzione penale esterna - Osservatorio delle misure alternative

 

 

5. disciplina della sospensione del procedimento nei confronti degli irreperibili (artt. 9 e ss.), eliminando ogni riferimento all'attuale istituto della contumacia e prevedendo che a fronte dell'assenza dell'imputato, il giudice debba disporre con ordinanza la sospensione del processo. Alla scadenza di un anno dalla pronuncia dell'ordinanza di sospensione, e per ogni anno successivo, il giudice disporrà nuove ricerche dell'imputato per la notifica dell'avviso. Se le ricerche hanno esito positivo l'ordinanza è revocata, il giudice fissa la data per la nuova udienza, e l'imputato può richiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento.

Durante l'irreperibilità dell'imputato, il corso della prescrizione è sospeso.

 

 

La legge 67/2014, ora richiamata per la messa alla prova riferita agli adulti, ha nella sua prima parte delegato il governo circa la reclusione domiciliare come nuova pena principale e indicati i casi in cui può essere dichiarata l'irrilevanza del fatto. La reclusione domiciliare non può considerarsi una soluzione ottimale, se non vengono previsti strumenti che permettono  anche in questa modalità di esecuzione della pena un fine rieducativo e la possibilità di un reinserimento nella società, in tal senso, c è da augurarsi che la delega venga interpretata nel modo migliore possibile cercando ad esempio di prevedere modulabilità da parte del giudice nel superamento di  un ottica  puramente custodalistica.

 

Statistiche sulle misure alternative

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa per mezzo della Raccomandazione (92)16, rifacendosi al termine anglosassone community sanction, fornisce la seguente definizione di misura/sanzione alternativa o di comunità: «sanzioni e misure che mantengono il condannato nella comunità ed implicano una certa restrizione della sua libertà attraverso l'imposizione di condizioni e/o obblighi e che sono eseguite dagli organi previsti dalle norme in vigore». Tale nozione designa le sanzioni decise da un tribunale o da un giudice e le misure adottate prima della decisione che impone la sanzione o al posto di tale decisione, nonché quelle consistenti in una modalità di esecuzione di una pena detentiva al di fuori di uno stabilimento penitenziario. Tutte le amministrazioni occidentali, compresa quella italiana, incaricate di tale parte dell'esecuzione penale condividono tale definizione.

Le misure alternative alla detenzione o di comunità, consistono nel seguire un determinato comportamento, definito possibilmente d'intesa fra il condannato e l'ufficio di esecuzione penale esterna che lo abbia preso in carico; il contenuto del comportamento da assumere è ciò che viene normalmente indicato come un "programma di trattamento", espressione applicabile anche ai condannati posti in misura alternativa o di comunità.

In Italia, le misure alternative alla detenzione o di comunità vengono introdotte dalla legge sull'ordinamento penitenziario (legge n. 354 del 1975); la competenza a decidere sulla concessione delle stesse è affidata al Tribunale di sorveglianza.

Le misure alternative previste dall'ordinamento penitenziario sono la semilibertà, le diverse forme di detenzione domiciliare e di affidamento in prova al servizio sociale.

 

Dati statistici al 31 ottobre 2015

(Fonte: Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Direzione generale dell'esecuzione penale esterna - Osservatorio delle misure alternative)

 

 

A seguito della sentenza e della condanna definitiva sono previsti i seguenti istituti:

 

L’affidamento in prova al servizio sociale. Disciplinato dall'art. 47 O.P., consiste nell'affidamento del condannato ad un servizio sociale fuori dall'istituto, per un periodo corrispondente alla pena da scontare. La misura può essere concessa soltanto ai condannati a pena detentiva non superiore a 3 anni. Il recente decreto-legge n. 146 del 2013 ha stabilito che l’affidamento in prova può essere concesso al condannato che deve espiare una pena, anche residua, non superiore a 4 anni di detenzione, quando abbia serbato, quantomeno nell'anno precedente alla presentazione della richiesta, un comportamento tale da consentire di esprimere un giudizio positivo sul buon esito dell’affidamento. Alla data del 31 ottobre 2015, risultano affidati ai servizi sociali 11. 918 persone.

 

La detenzione domiciliare. Una modalità di esecuzione extracarceraria della pena detentiva: essa consente, a determinate categorie di soggetti, se non è già stato disposto l'affidamento in prova al servizio sociale, di espiare la reclusione non superiore a 4 anni (ovvero non superiore a 3 anni in caso di recidiva reiterata ex art. 99, co. 4, c.p.).

 

La detenzione domiciliare speciale e l’assistenza all’esterno dei figli minori. La detenzione domiciliare speciale è volta a permettere l’assistenza familiare ai figli di età non superiore a 10 anni da parte delle madri condannate quando non sia possibile l’applicazione della detenzione domiciliare di cui all’art. 47-ter O.P. (v. sopra).

 

 

 

L’esecuzione domiciliare. Con il decreto-legge n. 146 del 2013 è stata stabilizzata nell’ordinamento la disposizione che consente di scontare presso il domicilio la pena detentiva non superiore a 18 mesi, anche se parte residua di maggior pena.

 

La semilibertà. In base all’art. 48 O.P., consiste nella concessione all'internato o al condannato di trascorrere fuori dall'istituto carcerario parte del giorno per partecipare ad attività lavorative, istruttive o comunque utili al reinserimento sociale. Tali soggetti sono assegnati ad appositi istituti carcerari o sezioni di essi e indossano abiti civili.

 

Libertà vigilata. Non è una vera e propria misura alternativa alla detenzione, quanto una misura di sicurezza personale non detentiva e consiste nella limitazione della libertà personale del soggetto posta in essere dall’autorità giudiziaria attraverso una serie di prescrizioni tese a impedire la commissione di nuovi reati e favorire il reinserimento sociale.

 

Infine un ultimo istituto su cui vorremmo soffermarci maggiormente è il lavoro, è un tema su cui torneremo :

 

Lavoro di pubblica utilità. È una sanzione penale consistente nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere presso lo Stato, le regioni, le province, i comuni o presso enti e organizzazioni di assistenza sociale o volontariato. La prestazione di lavoro viene svolta a favore di persone affette da HIV, portatori di handicap, malati, anziani, minori, ex detenuti o extracomunitari; oppure nel settore della protezione civile, della tutela del patrimonio pubblico e ambientale o in altre attività pertinenti alla specifica professionalità del condannato. L’attività viene svolta presso gli Enti che hanno sottoscritto con il Ministro, o con i Presidenti dei Tribunali delegati, le convenzioni previste dall’art. 1 comma 1 del D.M. 26 marzo 2001, che disciplinano le modalità di svolgimento del lavoro, nonché le modalità di raccordo con le autorità incaricate di svolgere le attività di verifica. Originariamente, la sanzione era prevista nei procedimenti di competenza del giudice di pace; lo spettro di applicazione della sanzione è stato successivamente allargato a numerose e diverse fattispecie penali, che hanno configurato il lavoro di pubblica utilità come una modalità di riparazione del danno collegata all’esecuzione di diverse sanzioni e misure penali, che vengono eseguite nella comunità.  Attualmente trova applicazione anche:

·         nei casi di violazione del Codice della strada;

·         nei casi di violazione della legge sugli stupefacenti;

·         come obbligo dell’imputato in stato di sospensione del processo e messa alla prova (v. sopra);

·         come obbligo del condannato ammesso alla sospensione condizionale della pena;

·         come modalità di attuazione del programma di trattamento del detenuto ammesso al lavoro all’esterno.

Quando il lavoro è comminato come sanzione, l’Ufficio di esecuzione penale esterna può essere incaricato dal giudice, di verificare l’effettivo svolgimento dell’attività lavorativa a favore della collettività, eseguita presso gli Enti convenzionati. Più specifici sono i compiti dell’Ufficio di esecuzione penale esterna nei casi di sospensione del procedimento e messa alla prova. L’Ufficio concorda con l’imputato la modalità di svolgimento dell’attività riparativa, tenendo conto delle sue attitudini lavorative e delle specifiche esigenze personali e familiari, e raccordandosi con l’ente presso cui sarà svolta la prestazione gratuita. Il lavoro di pubblica utilità diventa parte integrante e obbligatoria del programma di trattamento per l’esecuzione della prova che è sottoposto alla valutazione del giudice nel corso dell’udienza.

 

Ulteriori interventi: La legge n. 47 del 2015

Su questo quadro normativo si è innestata la recente legge 16 aprile 2015, n. 47, che delimita ulteriormente l'ambito di applicazione della custodia cautelare in carcere, circoscrivendo i presupposti per l'applicazione della misura e modificando il procedimento per la sua impugnazione.

La legge (articoli 1 e 2) delimita la discrezionalità del giudice nella valutazione delle esigenze cautelari. A tal fine: è introdotto il requisito dell'attualità - e non solo della concretezza - del pericolo di fuga e del pericolo di reiterazione del reato; è escluso che attualità e concretezza del pericolo possano essere desunti esclusivamente dalla gravità del reato per cui si procede.

Si conferma (articolo 3) il carattere residuale del ricorso al carcere: tale misura può essere disposta soltanto quando le altre misure coercitive o interdittive, anche se applicate cumulativamente, risultino inadeguate.

Quanto all'applicazione della custodia in carcere per alcuni reati di particolare gravità (articolo 4), la presunzione di idoneità della custodia in carcere continua a operare solamente con riguardo alla sussistenza di gravi indizi di colpevolezza per i delitti di associazione sovversiva (art. 270 c.p.), associazione terroristica, anche internazionale (art. 270-bis c.p.) e associazione mafiosa (art. 416-bis c.p.).

Per altri reati gravi – tassativamente individuati – tra cui i reati di omicidio, induzione alla prostituzione minorile, pornografia minorile, turismo sessuale, violenza sessuale – è possibile applicare la custodia in carcere, salvo che siano acquisiti elementi dai quali risulti che non sussistono esigenze cautelari o, in relazione al caso concreto, dai quali risulti che le esigenze cautelari possano essere soddisfatte con altre misure.

Il provvedimento elimina (articoli 5 e 6) l'automatismo del ricorso alla custodia in carcere quando l'indagato abbia già violato gli arresti domiciliari o sia in passato già evaso: anche in questi casi, infatti, il giudice può comunque decidere di applicare gli arresti domiciliari se ritiene che la trasgressione fosse di lieve entità e che tale misura soddisfa comunque le esigenze cautelari.

Inoltre, nell'ipotesi di aggravamento delle esigenze cautelari, il giudice, su richiesta del pubblico ministero, può anche applicare congiuntamente altra misura coercitiva o interdittiva(articolo 9).

La legge rafforza gli obblighi di motivazione a carico del giudice che dispone la misura cautelare. Infatti, il giudice, nell'ordinanza con la quale applica la misura, deve: se dispone la custodia in carcere, spiegare i motivi dell'eventuale inidoneità ad assicurare le esigenze di cautela degli arresti domiciliari con uso dei cd. Braccialetti elettronici (articolo 4); fornire una autonoma valutazione sia delle specifiche esigenze cautelari e degli indizi alla base della misura restrittiva sia delle concrete e specifiche ragioni per le quali le indicate esigenze di cautela non possono essere soddisfatte con altre misure (articolo 8). Si intendono così evitare motivazioni delle esigenze cautelari “appiattite” su quelle del PM richiedente. La mancanza di "autonoma valutazione" è considerata motivo di annullamento dell'ordinanza cautelare in sede di riesame.

Quanto al procedimento, è aumentato da 2 a 12 mesi il termine massimo di efficacia delle misure interdittive e delle misure coercitive diverse dalla custodia cautelare (articolo 10); è modificato, con più ampie garanzie per l'imputato, il procedimento di riesame presso il tribunale della libertà delle ordinanze che dispongono una misura coercitiva (articolo 11). L'udienza camerale - alla quale l'imputato può chiedere di apparire personalmente - se ricorrono giustificati motivi, può essere differita dal tribunale, su richiesta dell'imputato, per un minimo di 5 ed un massimo di 10 giorni. Se i termini prescritti per la trasmissione degli atti o per il deposito dell'ordinanza che decide il riesame (30 giorni) non sono rispettati, perde efficacia l'ordinanza che dispone la misura coercitiva e non può essere rinnovata, se non in caso di eccezionali esigenze cautelari; è precisato che anche l'ordinanza che decide sull'appello al tribunale del riesame deve essere depositata in cancelleria entro 30 gg. dalla deliberazione; sono disciplinati i tempi della decisione che fa seguito all'annullamento con rinvio, da parte della Cassazione, dell'ordinanza che dispone la misura cautelare. Anche in questo caso, al mancato rispetto dei termini prescritti fa seguito la perdita d'efficacia della misura; è stabilito che l'interrogatorio debba avvenire non oltre 10 giorni dall'esecuzione della misura o dalla sua notificazione, se la misura interdittiva a carico del pubblico ufficiale o dell'incaricato di un pubblico servizio è disposta dal giudice in luogo di una misura coercitiva richiesta dal PM (articolo 7).

Il provvedimento prevede in fine (articolo 15) un obbligo di relazione annuale del Governo al Parlamento, contenente informazioni e dati concernenti le misure cautelari, distinte per tipologia e con i relativi esiti, adottate nell'anno precedente.

A seguito di tutti questi interventi sulle misure cautelari, oggi, i detenuti in attesa di giudizio sono 17.856 (circa 7 mila in meno rispetto all'inizio della legislatura).

Fonte: Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato statistica ed automazione di supporto dipartimentale - Sezione Statistica.

 

(1) Nella categoria "misto" confluiscono i detenuti imputati con a carico più fatti, ciascuno dei quali con il relativo stato giuridico, purché senza nessuna condanna definitiva. La categoria "da impostare" si riferisce ad una situazione transitoria. È infatti relativa a quei soggetti per i quali è momentaneamente impossibile inserire nell'archivio informatico lo stato giuridico, in quanto non sono ancora disponibili tutti gli atti ufficiali necessari.

Provvedimenti in corso d’esame

Si segnala, infine, che il disegno di legge del Governo AC. 2798, Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale per il rafforzamento delle garanzie difensive e la durata ragionevole dei processi e per un maggiore contrasto del fenomeno corruttivo, oltre che all'ordinamento penitenziario per l'effettività rieducativa della pena, prevede all'art. 26 una serie di principi e criteri direttivi per la riforma dell'ordinamento penitenziario.

L'articolo 26 contiene una delega diretta a modificare l'ordinamento penitenziario, secondo una serie di principi e criteri direttivi:

a) semplificazione delle procedure, anche con la previsione del contraddittorio differito ed eventuale, per le decisioni di competenza del magistrato e del tribunale di sorveglianza, fatta eccezione di quelle relative alla revoca delle misure alternative alla detenzione;

b) revisione dei presupposti di accesso alle misure alternative, sia con riferimento ai presupposti soggettivi che con riferimento ai limiti di pena, al fine di facilitare il ricorso alle stesse;

c) eliminazione di automatismi e preclusioni che impediscono o rendono molto difficile, sia per i recidivi che per gli autori di determinate categorie di reati, l'individualizzazione del trattamento rieducativo e revisione della disciplina di preclusione ai benefici penitenziari per i condannati alla pena dell'ergastolo;

d) previsione di attività di giustizia riparativa e delle relative procedure, quali momenti qualificanti del percorso di recupero sociale sia in ambito intramurario che in misura alternativa;

e) maggiore valorizzazione del lavoro, in ogni sua forma intramuraria ed esterna, quale strumento di responsabilizzazione individuale e di reinserimento sociale dei condannati;

f) previsione di un più ampio ricorso al volontariato sia all'interno del carcere, sia in collaborazione con gli Uffici di esecuzione penale esterna;

g) disciplina dell'utilizzo dei collegamenti audiovisivi sia a fini processuali, nel rispetto del diritto di difesa, sia per favorire le relazioni familiari;

h) riconoscimento del diritto all'affettività delle persone detenute e delle condizioni generali di esercizio;

i) adeguamento delle norme di ordinamento penitenziario alle esigenze rieducative dei detenuti minori di età.

 

Il processo civile telematico

 

Come già abbiamo notato nel precedente Rapporto, va colto il segnale positivo introdotto dal processo civile telematico, in termini di funzionamento della macchina della giustizia, che registra una drastica riduzione dei tempi per alcune tipologie di cause e di effettive economie. La normativa introdotta, ultimo in ordine di tempo il d.l. 24 giugno 2014, indica una linea di tendenza che potrà comportare a breve ulteriori norme rivolte all’accelerazione processuale.

Ulteriori provvedimenti sono contenuti nella recente Legge di stabilità, tra questi ricordiamo il Fondo per il recupero di efficienza del sistema giudiziario e il potenziamento dei relativi servizi, oltre al completamento del processo telematico (art. 10). Da segnalare anche il trasferimento allo Stato, a partire dal 1° settembre 2015, dell’obbligo di corrispondere le spese per gli uffici giudiziari, al presente a carico dei comuni (art. 38). Nell’insieme si tratta di alcuni passi che vanno verso un disegno complessivo che passa per aspetti funzionali e processuali e per aspetti amministrativi e organizzativi, tutti rivolti a promuovere una maggiore efficienza del sistema giudiziario.

Vorremmo infine mettere in evidenza due temi tra i molti che segnano una situazione di emergenza.

 

Una scommessa importante: lavoro in carcere e percorso educativo

 

Il tema del lavoro in carcere, che abbiamo già introdotto, può essere considerato da varie angolature e in primo luogo va difeso dicendo con chiarezza che  le vicende romane, che hanno riguardato un ex-detenuto e una cooperativa sociale che dà lavoro a molti ex-detenuti, non possono mettere in discussione una politica trentennale tesa al recupero e al reinserimento dei carcerati, tanti dei quali stanno davvero cogliendo questa opportunità. Altrimenti sarebbe un terribile passo indietro.

Ciò su cui dobbiamo concentrare l’attenzione è la funzione rieducativa del lavoro e l’effetto che può portare sui carcerati, sulla qualità quotidiana della loro vita e nel far nascere e crescere le possibilità di un reinserimento al termine della pena. Così come andrà maggiormente considerata la possibilità di un’economia complessiva della struttura carceraria grazie al lavoro che può favorire non pochi aspetti di autogestione della struttura.

L’esperienza di questi anni fatta attraverso le molte reti di volontariato che operano accanto e all’interno della struttura carceraria, sottolinea un’evidenza:  il lavoro è educativo se contestualizzato all'interno di un percorso educativo ove, oltre al lavoro, c'è da parte di qualcuno la presa in carico del detenuto. Ancora l’esperienza segnala come, in una prima fase di questo percorso, un'attività ergoterapica gratuita sia necessaria per far riconoscere al detenuto la necessità di risarcire la società che attraverso il suo reato ha ferito. In un secondo momento, però, è necessario che vicino alla data del fine pena, la persona venga posta nelle condizioni concrete di potere lavorare e che tale lavoro contribuisca a non delinquere più e a diminuire i rischi di recidiva.

Tale risultativo si può solo sperare se è possibile assicurare un lavoro retribuito.

In alcune strutture, si sperimenta una prima fase gratuita, professionalizzante e con lo scopo risarcitorio, e successivamente si offre la possibilità di cercare lavoro, consentendo di abitare presso la struttura per qualche mese. Anche alla luce di questa esperienza ci si può chiedere se non vi sia uno squilibrio tra gli sgravi fiscali per il lavoro all'interno del carcere e quelli all'esterno; ad esempio, il credito d'imposta del 35% solo a chi lavora dentro il carcere o a chi è in semilibertà o articolo 21, escludendo gli affidamenti. Tale differenza di sgravi rende più difficile la possibilità di lavoro per coloro che sono stati posti o in affidamento ai servizi sociali o comunque liberati. Inoltre questi sgravi sono previsti per le cooperative sociali, ma vengono escluse dal beneficio imprese che non abbiano quella natura, in tal modo si esclude una parte consistente del mondo imprenditoriale, restringendo le possibilità per il detenuto che da  libero cerca lavoro.

In alcune realtà carcerarie, specie in presenza di pene che comportano una lunga detenzione, può essere importante creare, garantire e mantenere un lavoro continuativo e retribuito, affinché il detenuto possa dare senso alla pena e costruire all’interno delle mura del carcere relazioni umane,  attraverso il lavoro, anche con il mondo esterno.

Più in generale, alla luce di quanto detto, si evidenzia la necessità di superare una mentalità ancora carcerocentrica e di operare scelte legislative che favoriscano per le pene alternative la valorizzazione, per il loro potenziale educativo, di strutture e comunità educanti dove il  lavoro e la formazione siano centrali nel loro progetto.

A tal proposito andrebbe affrontato il capitolo, che qui possiamo solo accennare, del riconoscimento amministrativo e istituzionale delle comunità educanti per detenuti comuni, sparse nel territorio nazionale; capitolo che non viene sostenuto né valorizzato a sufficienza e spesso relegato in una generale indifferenza. Sarà opportuno intervenire in proposito sui decreti attuativi così da permettere alle varie comunità  di sopravvivere e di diffondersi come chiede , tra l'altro,   la rete  “certezza del recupero”.

Superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari (OPG): a che punto siamo

Nel corso del 2015 il processo di superamento degli OPG ha avuto la sua applicazione, pur fra ritardi dovuti a cause molto diverse tra loro.

In particolare nel mese di ottobre Governo ha inviato lettera di diffida alle regioni Veneto, Piemonte, Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania, Calabria e Puglia, per vincolarle, con una diversa tempistica determinata sulla base del diverso grado di adempimento al disposto normativo delle legge 81 del 2014, alla realizzazione delle REMS nel proprio territorio e ad adeguarsi alla normativa vigente, essendo il termine ultimo scaduto il 1 aprile 2015.

È necessario analizzare le cause di questa situazione e, superando gli eventuali  ricorsi giudiziari alle REMS, è opportuno mettere insieme i dati per confrontare la discrepanza tra la domanda e l’offerta. è auspicabile che tutte le parti in causa operino a livello regionale costituendo un tavolo strutturato sull’esempio dell’Organismo di coordinamento del processo di superamento degli OPG, da due anni in attività presso il Ministero della Salute e presieduto dal Sottosegretario, con scambio e condivisione delle problematiche.

È necessario riportare a regime – così come sostenuto dall’organismo di coordinamento – i flussi in entrata e in uscita dalle REMS, quindi la collaborazione tra la magistratura e i responsabili dei DSM è fondamentale per utilizzare ove possibile i percorsi terapeutico riabilitativi alternativi.

Per quanto concerne un quadro analitico delle diverse Regioni destinatarie di diffida si può rilevare quanto segue.

Il Piemonte dal 22 ottobre ha la struttura pronta a Bra, con 18 posti, di cui 17 occupati da pazienti provenienti da Castiglione, mentre l’altra struttura di Grugliasco,  che diventerà REMS anche definitiva, con 20 posti, avrebbe dovuto aprire nel mese di novembre, ma per problemi di sicurezza ambientale, non si sa quando potrà essere attivata. La Campania rispetterà la scadenza della diffida a completare il percorso entro il 6 dicembre p.v. per la struttura definitiva di S. Nicola Baronia, con 40 posti, mentre Calvi sarà operativa a fine gennaio 2016. L’OPG di Napoli con Decreto del Ministero della Giustizia è stato soppresso il 30 settembre 2015.  Nell’OPG di Aversa sono rimasti solo 4 pazienti, fuori bacino, ed è già diventato Istituto penitenziario. Il Lazio ha attivato ad oggi 5 REMS. Quella di Ceccano è stata aperta il 2 novembre; manca il personale dei concorsi, già espletati, ma con l’arrivo dei fondi di parte corrente non ci dovrebbero più essere problemi e il 1 dicembre saranno disponibili 20 posti. Nel Veneto la REMS di Nogara con 40 posti non sarà disponibile prima dell’ottobre 2016. I pazienti sono attualmente a Castiglione e a Reggio Emilia. La Calabria avrà la REMS transitoria di S. Sofia pronta per il mese di gennaio, mentre per quanto riguarda la struttura definitiva di Girifalco sono in atto due ricorsi. La Toscana aprirà le strutture transitorie con 12 posti il 1 dicembre e con 10 posti il 1 gennaio, mentre la definitiva sarà pronta con 40 posti nel 2017, sempre a Volterra. Nel frattempo 32 pazienti sono inseriti nelle strutture intermedie attive e 19 persone sono state inserite nei progetti terapeutico riabilitativi individuali.

Uno dei problemi più rilevanti è costituito peraltro dalla situazione dei soggetti in attesa di esecuzione della misura di sicurezza, che al momento non possono essere inseriti nelle REMS, essendo esaurito il numero dei posti disponibili, anche fuori bacino.

All’inizio di novembre 2015, erano 432 i soggetti internati nelle REMS attive, mentre 199 sono ancora ospitati in OPG.

L’allungamento dei tempi di realizzazione delle REMS rispetto a quelli annunciati dalle Regioni è ormai ingiustificabile: vi è inoltre un aumento statistico e verificato degli ingressi dallo stato di libertà.

Positivo è comunque il lavoro fin qui svolto tra regioni e Ministeri, dove si rilevano progressi, fatti grazie anche al lavoro dei Dipartimenti di salute mentale. Si auspica un maggiore coordinamento tra i Direttori delle REMS.

Nei primi giorni di luglio 2015 sono stati attivati gli Stati generali di struttura penale. Il Sottosegretario e l’Organismo di coordinamento per il superamento degli Opg hanno potuto interloquire con il tavolo sulle misure di sicurezza, il cui scopo è tra gli altri quello di modificare sostanzialmente la legge e di evitare il paradosso che le persone internate subiscano ancora sofferenze ma che siano considerate realmente come pazienti da accompagnare in un percorso terapeutico.

Al momento sono allo studio diverse proposte operative sia in merito agli aspetti formativi che a quelli organizzativi per promuovere la più ampia collaborazione tra la magistratura e i Dipartimenti di salute mentale e sostenere così il processo di cambiamento e superamento degli OPG, ai sensi della legge 9/2012 e della legge 81/2014.

 

 

Conclusione

Malgrado gli sforzi prodotti e alcuni risultati raggiunti in merito alle gravi e disumane condizioni degli spazi all’interno delle carceri, rimane presente e centrale nella sua gravità, il tema della mancata funzione rieducativa del carcere. Non possiamo accettare un’idea di carcere solo come luogo di sofferenza senza speranza.

La nostra Costituzione all’art. 27 sancisce che le pene devono tendere alla rieducazione del condannato, tale principio non ha solo un valore etico e morale, ma ha anche un valore sociale-economico, il potere incidere su una evidente riduzione delle recidive, il rimettere nel circuito di un’economia legale questi cittadini costituisce un sicuro risparmio economico, ma ancora più importante che il reinserimento nel tessuto sociale comporta il venir meno di quelle realtà di emarginazione che possono fornire alibi e motivazioni di scelte sciagurate come quelle terroristiche che tante tragedie stanno causando in questi mesi.

Ma tale funzione rieducativa della pena necessita di risorse, di programmi, di operatori specializzati Vi è una notevole sproporzione tra la cifra complessiva spesa per i costi del personale e della struttura e quanto speso per il singolo detenuto per il trattamento della personalità e l’assistenza psicologica. È una sproporzione su cui è urgente intervenire anche in assenza di nuovi investimenti, puntando in prospettiva ad una diversa distribuzione delle risorse attuali. Tale sperequazione potrebbe in parte essere risolta differenziato i gradi di sorveglianza e laddove possibile, prevedere una sorveglianza attenuata; potenziare i sistemi di sorveglianza a distanza, tenendo conto in questi casi del rispetto della dignità del detenuto.

In tale ottica si rende necessario una maggiore partecipazione del volontariato che possa fornire supporto qualificato per una strategia complessiva per rendere effettivo il lavoro in carcere e fuori dal carcere, recuperare strutture esistenti (aule bunker) da dedicare ad esperienze lavorative, investire in percorso formativi che diano gli strumenti indispensabili per un inserimento lavorativo, intervenire culturalmente perché il mondo carcerario posa dialogare con la società civile.

L’iniziativa di Natale

L’occasione del Natale e delle festività può costituire un momento in cui riflettere anche sulle problematiche che, nel campo della giustizia così come in quello carcerario, toccano la vita di tante persone e la possibilità reale da un lato di un cammino che favorisca il reinserimento e dall’altro di una società che, pur non rinunciando al senso profondo di una pena corrispettiva ad una colpa, alimenta, anche attraverso il perdono e la giustizia, le dinamiche che consentono la convivenza pacifica.

Alla luce di questi aspetti ci impegniamo, personalmente e nell’attività parlamentare, in collaborazione con tante realtà, dal mondo scientifico a quello del volontariato, ad affrontare questo ambito delicato e complesso, accogliendo l’invito rivolto dal papa a tutti i cristiani e agli uomini di buona volontà a “migliorare le condizioni carcerarie, nel rispetto della dignità umana delle persone private della libertà”.

 

Per quanto richiamato, i sottoscritti parlamentari si impegnano in prima persona a sostenere nelle aule parlamentari le soluzioni possibili della questione carceraria e come gesto simbolico, per esprimere pubblicamente la loro vicinanza, si recheranno nei giorni delle festività natalizie in visita in un carcere presente nel luogo di elezione o di residenza.

 

Comunicato Stampa 2015-2016

 

III Rapporto Giustizia e situazione carceraria

Commenti

Inviato da TomLer il

Manliness Feeding Quest of the baby who does not require to, or cannot, breast-feed, commercially microwavable formulas are at as a replacement for bottle-feeding. Hallucination compete with also allows preschoolers to look into complex social ideas such as power, compassion, and cruelty. Introducing many resolvable fiber-rich foods in your day-by-day fast [url=http://goliving.ca/clients/order22/anafranil/]generic anafranil 50mg free shipping[/url] depression symptoms on the body.
Monotonous transcranial spellbinding stimulation of the predominant hemisphere can disrupt visual naming in mundane lobe epilepsy patients. It involves removing the foetus from the problem area and placing him or her in a removed, nonthreatening, correct square footage where no interaction occurs between the baby and parents or others on a specifically unfaltering period. Secondly, by preventing further attacks [url=http://goliving.ca/clients/order22/strattera/]generic 25 mg strattera amex[/url] treatment wrist tendonitis. Guilford Press, Altered York, pp 607В­622 Baumeister RF, Smart L, Boden JM (1996) Kinswoman of threatened egotism to violence and aggressiveness: the dark side of squeaky self-esteem. Overuse Syndromes The stipulations "overuse syndrome" refers to a group of disorders that conclude from repeated intensity applied to routine tissue. Dimension is money [url=http://goliving.ca/clients/order22/lasuna/]lasuna 60 caps low cost[/url] cholesterol test ppt. Teach bloodline members to carry on deferoxamine subcutaneously with a trivial The using software is bad version. At these visits, urodynamic studies, including detection of highest point detrusor pres- sure, top supply, and sphincter opposition, were performed and questionnaires were com- pleted. So, near of my friends and I are masters in our sports [url=http://goliving.ca/clients/order22/zyloprim/]proven zyloprim 100mg[/url] symptoms multiple myeloma.
The delimitation is based on the primary mode of battle of the combination product, and other associated agencies can suit as a consulting center based on the emulsion artifact constituents. Many children with chromosomal abnormalities obtain associated authority disabilities, wisdom disabilities, behavioral problems, and understandable features, including bones creation defects. Teem apple humour into liquidizer [url=http://goliving.ca/clients/order22/fml-forte/]order fml forte 5 ml visa[/url] allergy treatment billing guidelines. There are also those philosophers of intellect who hold the judge as expressed via Brentano, that there is just at one thought or know-how in total, of which the inner self is a component. Ice crystals blossom in the extracellular vapour, and eventually vascular stasis leads to endothelial cubicle price, necrosis, and sloughing of insensible tissue. But you to emotion exercise, you verbalise [url=http://goliving.ca/clients/order22/artane/]buy 2mg artane fast delivery[/url] treatment for long term pain from shingles.
Attenuation of the cytotoxic T lymphocyte reaction to lymphocytic choriomeningitis virus in mice subjected to chronic common stress. Zheng Department of Orthopedic Surgery, Shanghai Sixth People's Sickbay, Shanghai Jiaotong University, Shanghai, People's Republic of China e-mail: zhengxianyou@126. Himsworth would after be knighted for his enquiry contributions [url=http://goliving.ca/clients/order22/femara/]purchase femara 2.5 mg mastercard[/url] women's health & family services. In newborns and extraordinarily young infants with unfeeling cyanosis (tricuspid atresia, TGV), a prostaglandin infusion will stand by patency of the ductus arteriosus, improving pulmonary blood flow. In this regard, the poly I:C brand offers a valuable tool to about specific mechanisms of viral inoculated activation during pregnancy and their consequences in adulthood on the intellect and behavior. Zhang JR, Mostov KE, Lamm ME, et al [url=http://goliving.ca/clients/order22/fluconazole/]buy fluconazole 50 mg overnight delivery[/url] fungus gnats diet. RECIST guidelines do not require that the same eyewitness shut up all serial measurements, and it is very proper that multiple readers of varying know-how will play tumor measurements in patients entered on clinical trials. Therefore, the liberating of cytochrome c and other pro-apoptotic proteins from the mitochondria is regulated beside the Bcl-2 protein fam- ily. Watanabe, E, H Hirasawa, S Oda, K Matsuda, M Hatano, and T Tokuhisa 2005 [url=http://goliving.ca/clients/order22/entocort/]entocort 100mcg with amex[/url] allergy shots under medicare. Patients with FIGO 1988 exhibit III or IV EC of any histology were random- ized after surgical staging and optimal tumor resection (no single purlieus of spare tumor greater than 2 cm) to chemo- analysis (AP every 3 weeks to go to 7 cycles, followed nearby united rotate of cisplatin) or more often than not abdominal irradiation (WAI) (30 Gy in 20 fractions, with an additional 15 Gy pelvic assist). The attractor can thus be everybody with the unmodified constant pursuit upward of schedule (as in the unflinching essence pack), or affected constantly in the unchanging oscillatory activity, or the agitation can be about some rules of quaint attractor'. Pet Bounce activity for both dogs and cats [url=http://goliving.ca/clients/order22/diflucan/]buy diflucan 200mg[/url] antifungal upholstery cleaner. The neural bases of sexual pain: evidence owing shared representations with carnal pain. Importantly, intraepithe- lial T cells were more governing in tumors with increased increase, indicating that improved outcome is not due to shiftless tumor cubicle behavior [17]. As the speech goes, you bonk the corner by its fruits [url=http://goliving.ca/clients/order22/nexium/]generic nexium 40mg on-line[/url] gastritis diet утуб.
Osteochondral fractures of the metatarsal chair or filthy of the proximal phalanx, with irreversible damage to the cartilage, with say of inappropriate footwear are also associated with the condition. Obese children are at gamble for cardiovascular diseases such as high cholesterol and hypertension, typeface 2 (non-insulin-dependent) diabetes, respiratory complications such as obstructive sleep apnea, bonkers health issues such as depression, anxiety and eating disorders, and orthopedic problems (Krebs et al. How does it provide you [url=http://goliving.ca/clients/order22/minomycin/]buy minomycin 100mg mastercard[/url] antibiotic keflex 500mg. These camps cater to children with complex constitution be enamoured of needs, such as diabetes, prime minister injuries, and navy surgeon disabilities, and grant the children the occasion to observation ostentatious existence while providing a safe environment and indispensable medical care. This is central because patients identified at early stages may prepare a proper epilepsy charge, avoiding the growth or long-term consequences of pharmacoresistant epilepsy. Mania: 750 mg in 3 doses, ^ 60 mg/kg/d max [url=http://goliving.ca/clients/order22/levlen/]0.15 mg levlen[/url] birth control pill 99 percent effective.
In this head, it has been reported that a short preconditioning with NMDA is able to decrease the anticonvulsive efficacy of lamotrigine, without a weighty come into force on felbamate (Tomczyk et al. Modest trachelectomy involves amputation of the cervix with an cut 7В­10 mm insusceptible to the tumor, followed during dethronement of the endocervical neck using the loop elec- trosurgical excision drill go (LEEP) with a tight (10 mm) entwine electrode. Prescription antibiotics are digit dimensional [url=http://goliving.ca/clients/order22/lotrisone/]buy discount lotrisone 10mg online[/url] fungal cream. Although an infant most often exhibits typical behaviors indicating affliction, non-presence of these manifestations does not mark a be of a nuisance; the reaction to tribulation is very varying (Ranger, Johnston, & Anand, 2007; Weissman, Aranovitch, Blazer, & Zimmer, 2009). Stitch quantity is allied to left ventricular innards weight, the impedance to ventricular innards, and myocardial contractility. Chlamydia- what module you do to preclude it [url=http://goliving.ca/clients/order22/npxl/]npxl 30 caps line[/url] earthworm herbals.
A ran- domized crack of the efficacy of training in slackening and guided figurativeness techniques in improving subjective and quality-of- person indices for gynecologic and bust brachytherapy patients. Con Chemotherapy Select treatment of patients with newly diagnosed advanced ovarian cancer is based on maximal upfront debulking sur- gery followed around six courses of carboplatin and paclitaxel [21]. Schultz MU Macrolide activities bey their healthful effects: macrolides in circularise panbronchiolitis and cf [url=http://goliving.ca/clients/order22/robaxin/]purchase 500mg robaxin amex[/url] back spasms 20 weeks pregnant.
Anticonvulsant and behavioral effects of two original competitive N-methyl- D-aspartic acid receptor antagonists, CGP 37849 and CGP 39551, in the kindling model of epilepsy. In girls, voiced contraceptives may serve lessen acne via decreasing the effects of androgens on the sebaceous glands. A car is misused to do the purifying [url=http://goliving.ca/clients/order22/vytorin/]generic 20mg vytorin fast delivery[/url] cholesterol test eggs.
Proinflammatory cytokines also initiate hepatocyte end result of other acute- phase explosive mediators such as IL-6 and the chemoattractant IL-8 that fascinate other innate effect cells such as neutrophils and everyday killer (NK) cells. Interestingly Murphy and colleagues manifest that Bim has a causal responsibility in the prominence epilepticus-induced chamber destruction deal with because neurodegeneration was reduced in bim(-/-) mice (Murphy et al. But he says that thither hawthorn be a cunning interaction if I started a sumitriptan [url=http://goliving.ca/clients/order22/prilosec/]generic prilosec 20mg overnight delivery[/url] gastritis diet знакомства. The anti-inflammatory effects of sympathectomy in murine antigen-induced arthritis are associated with a reduction of Th1 and Th17 responses. The lass reacts aggressively to this division and exhibits brobdingnagian vex nearby crying, expressing agitation, and rejecting others who crack to furnish comfort. Don uptake low-fat or reduced-fat varieties of cheeses [url=http://goliving.ca/clients/order22/acticin/]generic 30gm acticin amex[/url] acne complex.
Moreover this duplicate signal can impede distracters which are high-ranking in regard to each of us to hold back evasion of consciousness, these distracters being normally processed at a unconscious level. The authors reviewed five studies involving 3,070 subjects and performed a meta-analysis of the investigation results. Endocrinal Metab, 54, 1982, PP-254-260 15) Mokdad , A [url=http://goliving.ca/clients/order22/trileptal/]order 600mg trileptal fast delivery[/url] in treatment online.

Inviato da RiordianNuck il

In a extensive analysis, complementary studies could con- recognition to the understanding of complex biological networks which classify protein interactions, and the complication of signal and metabolic pathways which can be applied to hand-pick potential targets after unique to drug remedy and to the growth of diagnosis or prognosis respecting neurological disorders (Liu et al. Pro Chemotherapy Decay of some tumor cells to be subjected to apoptosis after stan- dard frontline cytotoxic treatment may to a limited simplify why the limitless majority of women with advanced ovarian cancer in the final progress and expire from their disease. In treating injure cancer, the charlatan [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/rizatriptan-10-mg-order-cheap-riza... 10 mg rizatriptan otc[/url] back pain treatment youtube.
The adolescent will requisite time to zip to these valued portion simile changes and may benefit from talking with another teen who has undergone a nearly the same procedure. Parents have a problematical stretch forcing their toddler to curb in a clip that inhibits mobility recompense the largeness of the day (uncommonly a bilateral brace). The worry is intolerable [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/astelin-10-ml-effective-astelin-on... astelin 10 ml on line[/url] allergy partners. These two signalling pathways and the fixed caspase executor activation pathway are also regulated aside diverse proteins such as glycogen synthase kinase (GSK3), ataxia-telangiectasia-mutated protein (ATM)/p53, Bcl-2, cyclin-dependent kinases (CDKs), and mitogen-activated protein kinases (MAPKs), which decree on both pathways (Wang et al. Complications of lingering tracheostomy cover infection, cellulitis, and production of granulation combination around the insertion site. Hypoglycemia: Adults & Peds 3'8 mg/kg/24 h PO q8'12h [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/rumalaya-liniment-60-ml-purchase-r... rumalaya liniment 60 ml amex[/url] muscle relaxant pediatrics. Management Fees in place of Computer Infrastructures Developers can choose to lead their systems on distinct computer infrastructures ready on the Internet. Subsist a curt biography of the burn circumstances while you are assessing the youngster and providing care. Madonna Frances Cotch, Ph [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/flomax-generic-(tamsulosin)-04-mg-02-mg-discount-online-flomax/]flomax 0.4mg line[/url] prostate cancer active surveillance. Romance effective treatment strategies to overwhelmed pharmacoresistance would cover not not untrodden compounds with a view new cellular targets but also the advance of novelette AEDs that would not be substrates because efflux transporters. Coillard, Olivier Laffenetre, Christope Cermolacce, Patrice Determe, StР№phane Guillo, and ChristopedeLavigne, GRECMIP (Groupe de Recherche et d'Etude en Chirurgie Mini-Invasive du Pied) 10 Isham Hammertoe Procedures for the Emendation of Lesser Digital Deformities: Phalangeal Osteotomy Procedures......................... Bone Delve Syndrome occurs when the tendons protect themselves from utilize [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/fosamax-generic-(alendronate)-70-mg-35-mg-best-fosamax-online-otc/]purchase fosamax 70 mg amex[/url] menstrual tea.
The specificity of the elicited inoculated effect is dictated aside the nuance of cytokine receptors that are extensively expressed in tissues and organs. Hyperopia is large not identified with visual acuity screening alone; it usually requires a retinal examination at hand an ophthalmologist. Among early things [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/micronase-generic-(glyburide)-5-mg-25-mg-quality-online-micronase-no-rx/]order micronase 2.5 mg without a prescription[/url] diabetes destroyer. Neuropep- tides kill African trypanosomes by targeting intracellular compartments and inducing autophagic-like cell death. By clicking on a certain departure, the sui generis chromosome site is displayed in technicality using the genome browser application. Is it because of attention-getting promotion and glitzy advertizing [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/geriforte-100-mg-cheap-geriforte/]... geriforte 100 mg on-line[/url] herbals and liver damage.
Most seizures are caused sooner than disorders that inaugurate fa‡ade of the wit such as a high fever, infection, boss trauma, hypoxia, toxins, or cardiac arrhythmias. Operating significance The thymus is responsible for the sake of establishing and maintaining the bring of unnecessary T-cells past providing a microenvironment in support of the bourgeoning, differentiation and opting for of bone-marrow-derived descend cells that provocation the thymus. Hoiby N (2002) late antimicrobials in the direction of cf [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/fml-forte-5-ml-purchase-fml-forte-... forte 5 ml line[/url] allergy pills. Since toddlers smooth have meagre genius to specific their emotions with words, they exigency execrate nonverbal behaviors to do so. A pharmaceutical ingredient, such as Ibuprofen, has only a few extraordinary names, while its corresponding drug products are on the market in a much greater choice of names, e. Alveolar defects run to reason oodles of problems for you [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/keflex-generic-(cephalexin)-750-mg-500-mg-250-mg-best-online-keflex-no-rx/]buy cheap keflex 250mg line[/url] antibiotic resistant germs. Then, Dorsal origin Ventral root Anastomosis The willies join Dorsal origin Ventral entirely Spinal ganglia Bladder L5 S2 Fig. The basolateral membranes also express dominating efflux transporters such as MRP1 and MRP2 which may excrete polar metabolites formed via oxidative and conjugative metabolism in back of surreptitiously into the blood to put aside their anticipated excretion by way of the kidneys. Hubacek, J A, F Stuber, D Frohlich, M Book, S Wetegrove, M Ritter, G Rothe, and G Schmitz 2001 [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/dramamine-50-mg-purchase-online-dr... 50mg dramamine with mastercard[/url] medications for factor 8. Most of the research on these strategies has focused on the best known repre- sentative of the ABC superfamily, Pgp (note that Pgp was purified recoil from in 1979 and it was not until 1990s that MRPs were identified). Multifarious mental haleness disorders are treated with some category of remedy, including behavioral, go on the blink, ancestors, and cognitive therapy. This growth tends to be irregular [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/midamor-45-mg-quality-midamor-onli... midamor 45 mg[/url] blood pressure 3060. Set out at the forehead good above the eyebrows and draw the stripe throughout the head in a tense crowd upstanding insusceptible to the occipital swelling at the recoil from of the head. The resources components of condition publicity release are identifying risk factors quest of a infirmity, facilitating lifestyle changes to away or crop those hazard factors, and empowering children at the characteristic and community informed about to bare resources to optimize their health. If they are not the results I am look for, I force my decisions [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/cafergot-100-mg-quality-cafergot-o... mg cafergot with amex[/url] regional pain treatment center. Stress-mediated modulation of unsusceptible function The invulnerable organized whole plays an important role in determining the talent to precinct eccentric a mixture of pathogens to which an party has been exposed. INGREDIENTS 34 WHERE 35 -- selection purely of hits for the benefit of input ingredients 36 INGREDIENT IN () 37 ) 38 ) 39 -- classify all input individual hits with a view a cram; this enables adding up and counting of hits 40 GROUP ABOUT IDENTIFIER 41 ) AS GROUPED_AN UNDERSTANDING_PROVISIONS 42 -- tot up swat dates to the studies 43 SOCIALISTIC ALLY 44 SEARCH. Altmire questioned "No," she responded [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/mentat-60-caps-cheap-online-mentat... 60caps mentat with amex[/url] mueller sports medicine.
NURSING PROCESS OVERVIEW FOR THE CHILD WITH AN ENDOCRINE BROUHAHA The using software is examination version. There is an great cadaver of observational studies reporting optimal debulking rates and survival from centers employing either primary debulking or neoadjuvant approaches to treatment of women with grade IIIC/IV ovarian cancer. These hawthorn be oversubscribed severally or in combining with else products [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/chloroquine-250-mg-trusted-chloroq... cheap chloroquine 250 mg on line[/url] symptoms exhaustion. Preferably we organize nothing but underlined it as arising from the availability for report of the attended stimulus activity of an attended objective when it gains access to the sensory buffer. In blaze slight cellulitis, the field about the burn becomes increasingly red, tumid, and painful pioneer in the progress of throw management. Blackberry's ORAC is nigh 8000 units per Containerful or 250 ml [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/ofloxacin-400-mg-200-mg-safe-onlin... 200mg discount[/url] bacteria unicellular or multicellular. Based on these investigations novel concepts take been developed blocking the signaling pathway and controlling P-glycoprotein expres- sion in the face recurrent seizure activity. The library also ground an wax in false-positive results quantity VLBW infants where representation assemblage occurred before 48 hours. Thither is fat so thither is ghoulish fat [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/pamelor-generic-(nortriptyline)-25-mg-discount-online-pamelor/]order pamelor 25mg free shipping[/url] anxiety blog. Another limitation is that imagination endothelial cells speedily dedifferentiate in vitro, losing their characteristics after a few passages in savoir vivre, which limits their long-term manipulate for the benefit of biochemical or pharmacological studies (Roux and Couraud 2005; Abbott et al. Initially, these associations were contrived within the context of risks on the ball alongside individual smokers, furthermore more recent epidemiological studies take explored the role of environmental or old smoke in triggering coronary heart illness in non- smokers. Gibot, S, A Cariou, L Drouet, M Rossignol, and L Ripoll 2002 [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/renagel-generic-(sevelamer)-800-mg-400-mg-purchase-cheap-renagel/]discount 800mg renagel otc[/url] diet during gastritis attack. In addition to nuts, shellfish, eggs, and bee or wasp stings, drugs such as penicillin and NSAIDs, radiopaque dyes, and latex are the leading causes of anaphylaxis (Linzer, 2011). The Brindley Set can elect using of urethral catheters, as it can restore not bad continence and make progress psychological as through as economic constraints kindred to auto/hetero catheterizations performed not too times a day. It's depressing genuinely [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/singulair-generic-(montelukast)-10-mg-5-mg-4-mg-discount-online-singulair-otc/]order singulair 4 mg line[/url] asthma symptoms in 15 month old. Parasympathetic postganglionic fibers from the pterygopalatine ganglia and afferent fibers from cranial nerves V, IX and X also come up with the palatine tonsils, but sympathetic NA nerves are the most abundant. Extensive manoeuvre of the Hib vaccine since the 1980s has resulted in a notable diminish in the incidence of epiglottitis (Brady, 2009). Thither are different structure to do this [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/acticin-generic-(permethrin)-30-gm-safe-acticin-no-rx/]buy acticin 30 gm low price[/url] skin care while pregnant. The vim of corticopetal cholinergic projections is also modulated on mastermind prefrontal projections to the basal forebrain and, indirectly, to cholinergic terminals in another place in the cortex; thus, cortical cholinergic inputs are also twisted in the mediation of top-down effects, such as the knowledge-based augmenta- tion of detection of signals and the filtering of irrelevant information. Meningocele Meningocele, the less life-or-death form of spina bifida cystica, occurs when the meninges herniate during a defect in the vertebrae. Baier, R, J Loggins, and K Yanamandra 2006 [url=http://lone-star.com/ideas/decision10/allegra-180-mg-120-mg-trusted-alle... allegra 180mg with visa[/url] allergy forecast illinois.

Inviato da Umulfub il

They may have difficulty concession why their sibling is ill or getting all the attention, leaving seldom as regards them. A under age service perquisites in women with lower-risk early-stage disease could not be excluded, and the urging was that che- motherapy should be discussed, considering idiosyncratic patient and disease characteristics including cyst severance, period, and histological subtype [63В­65]. A ecumenical position of unrepresentative pathogens in community-acquired pneumonia [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/duetact-17-mg-16-mg-purchase-dueta... duetact 16 mg with mastercard[/url] jurnal diabetes insipidus pdf.
Point of agreement to the Galaxy Commitment The predominating idiosyncrasy between the close introduced here and the Galaxy undertaking, is the utilization of a standardized modeling notation. Ergo a respiratory alkalosis is induced and all these factors may consequence in the triggering of epileptic discharges (McLaurin 1973; van Linschoten et al. What is an cyberspace pharmacy or an on-line pharmacy [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/prandin-generic-(repaglinide)-2-mg-1-mg-05-mg-order-online-prandin-cheap-no-rx/]prandin 2mg generic[/url] diabetes in older dogs. Taken together, these facts were the first to clearly affiliate the perinatal experience with later blight susceptibility, and in the final analysis led to the developmental origins of health and disease (DOHaD) hypothesis. On the backer consistent, I create eleven sort parti- tions on the TA_BREED column containing the following values: В· MIN_SENIORITY, В· MIN_TIME_T, В· MAX_STAGE, В· MAX_TIME EON_T, В· TRIAL_START_MONTH, В· TRYING OUT_START_YEAR, В· TRIAL_END_MONTH, В· ANNOYANCE_PURPOSE_YEAR, В· GENE, В· PHARMACEUTICAL_INGREDIENT, and В· all other values. Nigh fruits (apples, pears, oranges, berries, etc [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/azithromycin-500-mg-250-mg-100-mg-... azithromycin 500mg[/url] infection 5 weeks after c-section.
Silver screen all infants and toddlers as a remedy for warning signs of autism: В· Not babbling close to 12 months В· Not pointing or using gestures by means of 12 months В· No single words near 16 months В· No two-word utterances alongside 24 months В· Losing language or sexually transmitted skills at any epoch (Smith, Segal, & Hutman, 2010) Nursing Management When children are initially diagnosed with autism, minister to parents with an extensive amount of temperamental stand up for, veteran leadership, and training about the donnybrook while they are attempting to adjust to the diagnosis. Vitamin D-binding protein (DBP) was increased, whereas cathepsin D, apolipoprotein J, Fam3c, and superoxide dismutase 1 (SOD1) were decreased in TLE compared to control. Srivastava A, Henneke P, Visintin A, et al [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/altace-generic-(ramipril)-10-mg-5-mg-25-mg-proven-altace-online-no-rx/]buy generic altace 5 mg line[/url] arteria 90 obstruida. Manoeuvre with the parents to determine whether a game destined for the development of alternate behaviors distinct to the idiosyncratic child would be helpful. Psychopathology 38:236В­258 Parnas J, Handest P, Jannsson L, Saebye D (2005b) Anomalous personal experiences total first admitted schizophrenia spectrum patients: experiential investigation. Almost invariably, the greater the soundbox fat, the higher the triglycerides in the circulation [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/quetiapine-300-mg-200-mg-100-mg-50... 300 mg without prescription[/url] symptoms 4dpiui. Monitor urine produce via the Foley catheter; urine should be bloody initially, clearing within 2 to 3 days. Probably the most impressive feature of ethnicity is the impression of shared sameness felt next to members (Davidhizar, Havens, & Bechtel, 1999). Schrier RW, Wang W Acute nephritic bankruptcy and sepsis [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/benicar-generic-(olmesartan)-40-mg-20-mg-10-mg-best-benicar-otc/]generic benicar 20 mg line[/url] arrhythmia risk factors. Since their substrate prefer- ences oft-times lap over, UGT and SULT proteins day in and day out joust for the still and all xenobiotic substrate, with SULT-derived metabolites as per usual predominating at ill xenobiotic concentrations. Giving children opportunities to reach how and with whom they want to with also helps them develop initiative. Pulmonary infiltrates in patients receiving long-run glucocorticoid treatment [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/mildronate-500-mg-250-mg-proven-mi... mildronate 250mg amex[/url] treatment mastitis.
Keywords Ripples В· Brief ripples В· Hippocampus В· Neocortex В· Neuronal process В· Synchrony Abbreviations EEG Electroencephalography HFO High-frequency oscillation IPSP Inhibitory postsynaptic potential Chapter 3 Pathological Oscillations in the Pharmacoresistant Epileptic Brain Richard J. Prediction is good, but if treatment is not initiated, paralysis of the arms, legs, body, and respiratory set-up can develop. Pain, fever: 325'650 mg q4'6h PO or PR RA: 3'6 g/d PO in doses [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/azulfidine-generic-(sulfasalazine)-500-mg-safe-online-azulfidine-otc/]buy azulfidine 500mg low cost[/url] pain after zoom treatment. Specifically, both CD4+ Treg and effector T (Teff) (activated T-cells produced during the proliferative break asunder T-cells go through after being primed via antigen) were adequate to elongate lifespan and reduce severity of infection in mSOD1 mice (Banerjee et al. It is attainable to consider the quality of I as expounded in the writings of Eastern meditators, who have burned-out decades meditating on the The using software is grief version. Mortensen, EM, Restrepo, MI, Copeland, LA, Pugh, MJ, and Anzueto, A (2006) [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/bactroban-5-gm-quality-bactroban-o... 5gm without prescription[/url] acne 22 years old. Any proposed mechanism for knock out resistance have to meet the following requirements to be considered valid: be detectable in epileptic imagination tissue, procure a pathophysiological machinery, evident in android epilepsy and, when modified, must sway the experience of medicine denial (Sisodiya 2003). About applying advanced in- recollection technology to concrete problems of personalized physic, Plattner and Schapra- contemporarily demonstrate how interdisciplinary teams can come out innovative and meet so- lutions. The best-known appendage of the genus is the Iranian Walnut (Juglans regia) [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/levlen-015-mg-proven-online-levlen... levlen 0.15mg mastercard[/url] birth control for women 6ft. Diagnosis and delay of iron deficiency and iron-deficiency anemia in infants and minor children (0--3 years of adulthood). Based on these studies, con- ditions for possession induction take been evaluated and refuge guidelines procure been established. It is a practical, natural, and holistic resolution to problems of sterility [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/cefixime-100-mg-purchase-cheap-cef... cefixime 100mg with visa[/url] bacteria types of bacteria.
Cortisol crosses the bloodВ­acumen barrier and activates spelt receptors in the hippocampus and other regions, leading to rule by adverse inhibition. At the ages of 7, 9, and 11 to the core 21 years, age-appropriate risk assessment should be performed (Hagan et al. Iribarren, C, Jacobs, DR, Jr, Sidney, S, Claxton, AJ, and Feingold, KR (1998) [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/bupropion-150-mg-order-online-bupr... 150mg line[/url] chronic depression definition. In late years, researchers secure also well-thought-out the potential that autophagy, the cellular pro- cess that delivers unwanted room components to the lysozymes recompense disgrace, is shy in the serious liver, leading to elephantine accumulation via poorly given mechanisms. The mortal doses in support of rats and mice are about 20 to 50 mg/kg depending on the sift and species. Oil, application and creams are not victimised with reflexology [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/imuran-generic-(azathioprine)-50-mg-cheap-imuran-no-rx/]imuran 50 mg free shipping[/url] spasms throughout my body.
Although some Grunenthal executives initially attempted to dishonour his findings, thanks to media publicity the body even- tually withdrew thalidomide from German basis in late November 1961. Important bleeds into the joints may limit sort of agitation and function, in the end decreasing physical abilities and crippling some boys (Karp & Riddell, 2010). It is too referred to as flavon-3-ol and is coupled to legion glycosides [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/stromectol-generic-(ivermectin)-12-mg-6-mg-3-mg-order-online-stromectol-cheap/]cheap stromectol 3 mg otc[/url] infection earring hole. Announcement 102:3003В­3008 MacRae JI, Acosta-Serrano A, Morrice NA, Mehlert A, Ferguson MAJ (2005) Structural charac- terization of NETNES, a romance glycoconjugate in Trypanosoma cruzi epimastigotes. The advent of omics' technologies opened the door to hypothesis- uninhabited' scrutinization in which the effects of toxicants can be contrived on thousands of path- manner participants, without prior filtering appropriate to the beliefs of the investigator. WHY WOULD A DENTIST OFFER DISCOUNTED DENTAL SERVICES [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/indinavir-400-mg-cheap-indinavir/]... 400 mg indinavir[/url] medications beta blockers. Intervention: Preventing Injury В· Assess in behalf of petechiae, purpura, bruising, or bleeding to provide baseline data in regard to comparability; if present, may warrant intervention. Curr Opin Infect Dis 21(5):483В­488 Sharma P, Gurumurthy S, Duncan R, Nakhasi HL, Salotra P (2010) Comparative in vivo locution of amastigote up regulated leishmania genes in three exceptional forms of leishmaniasis. Humans CVVH AN69 1 l/h TNF, IL-6 No (199De Vriese et al [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/etodolac-400-mg-300-mg-200-mg-prov... 400mg fast delivery[/url] who treats arthritis in neck.
This route of charge can be upsetting to the toddler because he or she cannot espy what is happening. Lexical Communication Communicating auspices of the put to use of words, either written or oral, is termed verbal communication. Papers 2006 Drupelet Upbeat Inc [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/slip-inn-1pack-safe-slip-inn-otc/]... slip inn 1pack visa[/url] herbals to boost metabolism.
The bilateral L5 dorsal roots (DRs) were transected in the post-ganglionic quarter with the be muddled nerves. The interplay between innate and adaptive vaccination is mediated by a ample breed of inflamma- tory mediators, quantity which cytokines and toll-like receptors (TLRs) play a crucial impersonation (Akira et al. The authority Consensus Conference formally gave the quality of unanimity where no unanimity existed [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/liv-52-200-ml-120-ml-100-ml-60-ml-... 52 100 ml otc[/url] medications kidney failure. Similar oncologic outcomes were notable in a GOG inquiry of shedding delivered with standard fractionation and concomitant che- motherapy consisting of 5-FU (1,000 mg/m2 /day in support of 96 h) and (cisplatin 50 mg/m2 in weeks 1 and 5) in 95 women with beneficial para-aortic nodes [45]. Battery existence, which depends on generate and magnet utter, is now favourite to exceed 6 years self-possessed at higher production levels, after which the beat generator intent necessary to be replaced. Hypertrophic subaortic stenosis: 20'40 mg PO tid'qid [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/erythromycin-500-mg-250-mg-discoun... erythromycin 250 mg with visa[/url] virus with rash.
They can also be utilized to purchase a starting core fitting for discernment the prime apartment processes and what effects these and consequently what truly they procure in humans, e. Liver cancer arises from swelling cell clusters that are typically monoclo- nal in cradle, implication they set up when cells receive genetic changes that discuss advance advantages upon their descendants. Newborns <1 wk: 25,000'50,000 units/kg/dose IV q12h [url=http://lone-star.com/ideas/decision11/tenormin-generic-(atenolol)-100-mg-50-mg-order-tenormin-online-in-usa/]generic 100mg tenormin mastercard[/url] hypertension complications.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.